NEWSLETTER PA | VII/2019
 

Multiservizio tecnologico integrato energia per la Sanità:
ecco i nuovi lotti attivi

Con l’attivazione dei lotti 7 e 16 della Convenzione si amplia in maniera considerevole la copertura del servizio sul territorio nazionale, un servizio a 360° che prevede l’affidamento a un unico interlocutore.

Dal 22 luglio sono attivi i lotti 7 e 16 della Convenzione che coprono le Amministrazioni della Liguria e Toscana – lotto 7 - e quelle della Lombardia (per le province di Pavia, Lodi, Cremona e Mantova), Emilia Romagna, Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio (limitatamente ad alcuni ambiti territoriali definiti nella Convenzione), con il lotto 16. L’iniziativa prevede l’affidamento a un unico fornitore, di tutte le attività di gestione, conduzione e manutenzione degli impianti tecnologici e delle strutture edili, la fornitura dei vettori energetici termico ed elettrico e l’implementazione degli interventi di riqualificazione e di efficientamento energetico dei sistemi edificio / impianto, utilizzati dalle Pubbliche Amministrazioni Sanitarie. Tutti i servizi e le forniture sono erogati dal fornitore in modo da contenere il più possibile i costi a carico delle Amministrazioni e garantire:

  • le economie derivanti dalla stipula di un singolo contratto a fronte dell’erogazione di una molteplicità di servizi (servizi di gestione, conduzione, manutenzione degli impianti tecnologici, fornitura di energia, eventuale messa a norma degli impianti, interventi di riqualificazione energetica del sistema edificio-impianto, attività di controllo e monitoraggio, attività di progettazione ed espletamento pratiche, etc.)
  • gli obiettivi di risparmio energetico termico ed elettrico dichiarati nell’offerta tecnica, attraverso la razionalizzazione e la riqualificazione tecnologica del patrimonio impiantistico, la diminuzione delle emissioni inquinanti e la conseguente riduzione dell’impatto ambientale
  • un parziale e immediato risparmio, per la durata del contratto, relativo all’impegno economico che avrebbe dovuto sostenere per l’esecuzione degli interventi di riqualificazione energetica e straordinaria e, quindi, il superamento della mancanza di capitali da destinare al finanziamento dei progetti o, comunque, la possibilità di destinare le proprie risorse ad altri investimenti
  • un risparmio totale, relativo agli interventi effettuati e ai benefici prodotti, nel periodo successivo al contratto di fornitura dei servizi, compatibilmente alla vita utile degli interventi stessi, e l'acquisizione della proprietà dei nuovi impianti
  • la massima disponibilità ed efficienza degli impianti e sicurezza per le persone e le cose
  • i livelli dei servizi attesi, in termini di comfort ambientale (temperatura, umidità relativa, ricambi d’aria, illuminazione, etc.)
  • l’acquisizione di un quadro conoscitivo completo dei consumi energetici e della consistenza e funzionalità del sistema edificio / impianto
  • il superamento delle carenze progettuali e gestionali dell'Amministrazione nel campo dei servizi di Facility ed Energy management

Inoltre, per garantire la qualità dei servizi erogati dal fornitore e per semplificare l’attività di controllo da parte delle Amministrazioni, è stato predisposto un contratto d’appalto di tipo prestazionale in cui, per ogni servizio, sono definiti i livelli di servizio, i parametri e i criteri di controllo, nonché le penali, delle prestazioni erogate dal fornitore. Rispetto alla precedente edizione dell’iniziativa:

  • il servizio energia è stato strutturato in modo da prevederne l’attuazione per tutti i sistemi edificio / impianto in uso alla Pubblica Amministrazione Sanitaria, anche per gli edifici a uso non ospedaliero ed extra ospedaliero
  • il servizio elettrico con efficientamento prevede anche la fornitura di energia elettrica, se ordinata congiuntamente con il servizio tecnologico con efficientamento per gli impianti di climatizzazione estiva e/o per gli impianti elettrici. Il servizio comprende la realizzazione di interventi di riqualificazione e di efficientamento energetico del sistema edificio-impianto oggetto del servizio
  • il servizio di energy management, a fronte degli impegni di risparmio energetico ancora più sfidanti, presenta una struttura più organica dei sotto-servizi (Certificazione energetica, Diagnosi e Sistema di controllo e monitoraggio) e un migliore processo operativo finalizzato all’individuazione degli interventi di riqualificazione più performanti in termini di minori consumi e costi di gestione e migliori condizioni di comfort e sicurezza.

L’impresa con la quale sono stati stipulati i due nuovi lotti della Convenzione è il RTI Antas S.r.l. (mandataria) - L'Operosa S.c.a.r.l. - M.S.T. S.r.l. - TECHNE S.p.A. - S.G.N. San Gabriele Nuovaenergia S.r.l. (mandanti). I massimali sono i seguenti:

  • Lotto 7 – Regioni Liguria e Toscana - Massimale 139.000.000€
  • Lotto 16 – Regioni Lombardia 2, Emilia Romagna 1 e 2, Marche 1 e 2, Umbria, Abruzzo e Lazio limitatamente agli ambiti territoriali descritti nella documentazione di gara - Massimale 120.000.000€

Di seguito, gli altri lotti, già attivati in precedenza e tuttora attivi:

  • Lotto 1 - Regioni Valle D’Aosta e Piemonte 1 (Province di: Alessandria, Asti, Cuneo e Torino) – Massimale 117.000.000€
  • Lotto 2 - Regioni Lombardia 1 (Province di: Milano, Monza-Brianza, Como e Varese) e Piemonte 2 (Province di: Biella, Novara, Vercelli e Verbano-Cusio- Ossola) – Massimale 167.000.000€
  • Lotto 5 - Regioni Veneto 2 (Province di: Belluno, Padova, Rovigo, Treviso e Venezia) e Friuli Venezia Giulia – Massimale 162.000.000€
  • Lotto 6 - Regioni Emilia Romagna 2 (Province di: Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini) e Marche 1 (Provincia di Pesaro-Urbino) – Massimale 108.000.000€
  • Lotto 12 - Regioni Sicilia e Calabria 2 (Province di Catanzaro, Crotone, Reggio Calabria e Vibo Valentia) – Massimale 175.200.000€
  • Lotto 13 - Regioni Lombardia 1, Piemonte 1 e 2, Valle d’Aosta, Liguria, Toscana e Lazio limitatamente agli ambiti territoriali descritti nella documentazione di gara – Massimale 145.000.000€
  • Lotto 14 - Regioni Lombardia 3, Veneto 1 e 2, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia - 120.000.000€
Per saperne di più …
  CONVENZIONI  
Tutti disponibili i lotti dell’iniziativa Tecnologie Server 2

Il lotto 6, appena attivato, consente di acquistare server octa-processore. Come per gli altri lotti, i server presentano un’elevata configurabilità, anche grazie a componenti aggiuntive già previste o proposte ad hoc dal fornitore.

Dal 30 luglio è attivo anche il lotto 6 della Convenzione Tecnologie Server 2, con una durata di 12 mesi, prorogabile per ulteriori 6 mesi.

Il lotto prevede la possibilità di acquisto di server octa-processore in tecnologia x86 e nel prezzo della fornitura sono inclusi:

  • consegna e installazione
  • configurazione e avvio operativo dei sistemi
  • assistenza in remoto (Call Center)
  • manutenzione in garanzia della durata di 36 mesi (estendibile opzionalmente fino a 60 mesi)
  • ritiro e smaltimento apparecchiature usate
  • servizio di integrazione dei sistemi di Trouble Ticketing dell’Amministrazione

Gli altri lotti, già attivi dal mese di aprile, sono:

  • Lotto 1- Server bi-processore tower (base e prestazionali)
  • Lotto 2 - Server bi-processore rackable (base)
  • Lotto 3 - Server bi-processore rackable (prestazionali)
  • Lotto 4 - Server quad-processore rackable (base)
  • Lotto 5 - Server quad-processore rackable (prestazionali)
  • Lotto 7 - Server high-density

Per tutti i lotti, il fornitore mette a disposizione un configuratore automatico on-line, accessibile ai responsabili delle Amministrazioni che emettono gli ordinativi di fornitura. L’utilizzo del configuratore, oltre a rappresentare un utile strumento di lavoro, costituisce un ulteriore canale di comunicazione fra il fornitore aggiudicatario e l’Amministrazione. Prima di procedere con l’ordine, è bene quindi che le P.A. lo utilizzino per definire la configurazione tecnica dei server richiesti.

Le apparecchiature in configurazione base possono essere personalizzate mediante le componenti opzionali previste in Convenzione. Quota parte di queste potrà essere acquisita anche successivamente rispetto all’acquisto dell’apparecchiatura in configurazione base.

La Convenzione prevede, inoltre, la possibilità da parte del fornitore di proporre una lista di ulteriori componenti opzionali, aggiuntivi e differenti rispetto a quelli di base già presenti in Convenzione. Tali componenti sono di natura complementare con le apparecchiature previste dai singoli lotti della fornitura. La quota parte di questi ulteriori componenti opzionali acquistati dalle Amministrazioni, contestualmente o successivamente all’ordine dell’apparecchiatura di base, non potrà superare il 20% dell’importo complessivo dell’ordinativo di fornitura emesso. In tal caso, resta ferma la valutazione preliminare da parte dell’Amministrazione sul ricorrere dei presupposti di cui all’art. 63 D.lgs. 50/2016.

Si ricorda, infine, che le Amministrazioni dovranno utilizzare la Convenzione nel rispetto del Piano Triennale per l'Informatica nella PA, ivi compresa la disciplina relativa alla costituzione e all’adeguamento dei Data Center, secondo le prescrizioni dell’Agenzia per l’Italia Digitale.

Per saperne di più …
  CONVENZIONI  
Attiva anche per Piemonte e Valle d’Aosta la Convenzione Buoni pasto 8

È attivo il lotto 2 della Convenzione che consente alle Amministrazioni di Piemonte e Valle d’Aosta di rifornirsi di buoni pasto, cartacei ed elettronici.

Con l’attivazione nel mese di luglio del lotto 2 della Convenzione Buoni Pasto 8, sarà possibile, per le Amministrazioni con sede di utilizzo in Piemonte e Valle d’Aosta, emettere ordini di acquisto per la copertura del fabbisogno sia di buoni pasto cartacei, sia di buoni pasto elettronici. Per quanto riguarda la spendibilità, nell’ambito della Convenzione, il fornitore è obbligato a garantire la presenza di almeno un esercizio convenzionato ogni 15 soggetti aventi diritto al pasto (garantendo comunque un numero minimo di 3 esercizi per sede di utilizzo), entro la distanza di 1 Km dalla medesima sede di utilizzo (salvo casi di oggettiva e documentata impossibilità).
Il lotto 2 della Convenzione è stato aggiudicato a Day Ristoservice S.p.A., con un massimale di 58.560.000€ e uno sconto offerto sul valore nominale del 15,85 %, e si aggiunge agli altri lotti già attivi:

  • Lotto 1 – Lombardia - Day Ristoservice S.p.A. – massimale 100.650.000€ - Sconto offerto sul valore nominale 15,69%
  • Lotto 3 – Veneto - Edenred Italia Srl – massimale 27.300.000€ - Sconto offerto sul valore nominale 15,00%
  • Lotto 4 - Friuli Venezia Giulia; Trentino Alto Adige - Day Ristoservice S.p.A. - massimale 18.200.000€ - Sconto offerto sul valore nominale 14,85%
  • Lotto 5 – Liguria - Sodexo M.S.I. Srl - massimale 23.790.000€ - Sconto offerto sul valore nominale 15,97%
  • Lotto 7 - Emilia Romagna - Day Ristoservice S.p.A. massimale 45.500.000€ - Sconto offerto sul valore nominale 18,57%
  • Lotto 8 - Lazio, Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Sardegna - Repas Lunch Coupon s.r.l. - massimale 291.530.000€ - Sconto offerto sul valore nominale 19,50%
  • Lotto 9 – Campania - Repas Lunch Coupon s.r.l. – massimale 150.350.000€ - Sconto offerto sul valore nominale 22,16%
  • Lotto 10 - Puglia, Basilicata - Sodexo M.S.I. Srl – massimale 52.040.000€ - Sconto offerto sul valore nominale 21,97%
  • Lotto 11 – Calabria - Sodexo M.S.I. Srl – massimale 29.190.000 € - Sconto offerto sul valore nominale 21,97%
  • Lotto 12 – Sicilia - Sodexo M.S.I. Srl – massimale 70.890.000€ - Sconto offerto sul valore nominale 21,97%
  • Lotto 13 – Lotto accessorio nord - Day Ristoservice S.p.A.
  • Lotto 14 – Lotto accessorio centro - Day Ristoservice S.p.A
  • Lotto 15 – Lotto accessorio sud - EP S.p.A.
Per saperne di più …
  ACCORDI QUADRO  
Aggiudicato l’Accordo quadro per la gestione dei CED delle P.A.

La gara metterà a disposizione delle P.A. uno strumento per acquisire in modo rapido ed efficiente i servizi di gestione delle infrastrutture informatiche delle amministrazioni pubbliche.

È stato aggiudicato l’Accordo quadro del valore di 300 milioni di euro per i servizi di System Management dei Centri Elaborazione Dati della P.A.. L’iniziativa è diretta all’affidamento in outsourcing della gestione delle infrastrutture informatiche delle Pubbliche Amministrazioni.

Si tratta, quindi, di servizi e attività volti a garantire la piena operatività delle infrastrutture tecnologiche dei CED, a mantenerne la perfetta efficienza, a garantire agli utenti la disponibilità e le prestazioni delle applicazioni installate e l’integrità dei relativi dati, nonché a fornire il supporto necessario per garantirne il costante allineamento con l’evoluzione tecnologica del mercato ICT.

L’Accordo quadro prevede come servizio base la conduzione operativa delle infrastrutture CED - sia da remoto, sia on-site - ossia il monitoraggio e la gestione quotidiana di sistemi, reti, sicurezza. Sono previsti però anche servizi opzionali (monitoraggio notturno / festivo, reperibilità / interventi fuori orario, supporto specialistico) e accessori (conduzione di sistemi non standard, manutenzione hardware, supporto ambienti client).

La gara - basata sul criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa (70 punti tecnici e 30 economici), a cui hanno partecipato 28 operatori economici - è stata aggiudicata a quattro raggruppamenti temporanei di imprese:

  • RTI Enterprise Services Italia Srl, Exprivia S.p.A., Eustema S.p.A., Consorzio Reply Public Sector
  • RTI Fastweb S.p.A., Present S.p.A., Hewlett-Packard Italiana Srl, Atos Italia S.p.A
  • RTI IBM Italia S.p.A., Accenture S.p.A., Accenture Technology Solutions Srl, Insirio S.p.A., SQS SItalia S.p.A., Sistemi Informativi Srl
  • RTI Almaviva S.p.A., Leonardo S.p.A., Eurolink Srl, Topnetwork S.p.A

All’attivazione dell’Accordo quadro, prevista entro il mese di ottobre, le Amministrazioni potranno aggiudicare i loro appalti specifici, invitando i fornitori aggiudicatari, in modo semplificato, grazie alla presenza di un insieme di condizioni e regole definito e di template già predisposti. Anche i singoli appalti specifici delle Amministrazioni saranno aggiudicati secondo il criterio del miglior rapporto qualità / prezzo.

Per saperne di più …
  ACCORDI QUADRO  
È attivo l’Accordo quadro per gli Stent vascolari

Con 10 lotti e più aggiudicatari per lotto, tra i quali applicare il criterio della scelta clinica, è stato attivato l’Accordo quadro per la fornitura di Stent vascolari.

È stato attivato l’Accordo quadro per la fornitura di Stent Vascolari, grazie a cui le Amministrazioni possono affidare appalti specifici in base al criterio della scelta clinica, che permette di offrire ai medici la possibilità di scegliere tra più dispositivi in base alle esigenze dei singoli pazienti. Nel prezzo della fornitura sono inclusi consegna, garanzia e l’eventuale reso per merce non conforme.

Ecco di seguito gli aggiudicatari, in ordine di graduatoria di merito, per ciascun lotto:

  • Lotto 1: BMS autoespandibili iliaci - Boston Scientific S.p.A.; Cardinal Health S.r.l.; Abbott Medical Italia S.r.l.; Bard S.r.l.; Violatech S.r.l.
  • Lotto 2: BMS autoespandibili femoro-poplitei > 5french - Biotronik Italia S.p.A.; Medtronic Italia S.p.A.; Abbott Medical Italia S.r.l.; Bard S.r.l.; Boston Scientific S.p.A.; Bard S.r.l.
  • Lotto 3: BMS autoespandibili femoro-poplitei ≤ 5french - Medtronic Italia S.p.A.; Biotronik Italia S.p.A.; Bard S.r.l.; B.Braun S.p.A.
  • Lotto 4: BMS autoespandibili carotidei a celle aperte - Medtronic Italia S.p.A.; Abbott Medical Italia S.r.l.; Cardinal Health S.r.l.; Balmed S.r.l.
  • Lotto 5: BMS autoespandibili carotidei ad elevata copertura di placca – Abbott Medical Italia S.r.l.; RTI Crossmed S.p.A. e Endovascular S.p.A.
  • Lotto 6: BMS autoespandibili ad alta flessibilità – Abbott Medical Italia S.r.l.; W.L. Gore & Associati S.r.l.; Cardinal Health S.r.l.
  • Lotto 8: DES autoespandibili; Cook Italia S.r.l.; Boston Scientific S.p.A.
  • Lotto 9: DES espandibili su pallone - Abbott Medical Italia S.r.l.; Cid S.p.A.
  • Lotto 10: Ricoperti autoespandibili - W.L. Gore & Associati S.r.l.; Bard S.r.l
  • Lotto 11: Ricoperti espandibili su pallone - H.D. Health Defence S.p.A.; Bard S.r.l.

L’Accordo quadro ha una durata di un anno, prorogabile per un massimo di ulteriori 12 mesi. I contratti delle Amministrazioni avranno, invece, una durata pari a 24 mesi.

Per saperne di più …
  ACCORDI QUADRO  
Tomografi a risonanza magnetica: attivo il lotto 2

Il secondo lotto dell’iniziativa mette a disposizione delle Amministrazioni Tomografi a Risonanza Magnetica (RM) 3,0 Tesla, acquistabili con un semplice ordine diretto di acquisto.

Il 25 luglio è stato attivato il lotto 2 dell’Accordo quadro per la fornitura di Tomografi a Risonanza Magnetica (RM), servizi connessi, dispositivi e servizi accessori per le Pubbliche Amministrazioni. Si tratta di un Accordo quadro multi aggiudicatario a condizioni tutte fissate senza rilancio competitivo, per il quale le Amministrazioni potranno approvvigionarsi emettendo semplici ordini diretti di acquisto.

Il lotto 2 prevede complessivamente 13 Tomografi a Risonanza Magnetica (RM) 3,0 Tesla, così assegnati ai concorrenti risultati aggiudicatari:

  • 9 apparecchiature a Siemens Healthcare S.r.l.
  • 4 apparecchiature a Philips S.p.A.

È attualmente attivo il massimale previsto per il primo aggiudicatario. Successivamente le Amministrazioni seguendo la stessa procedura, potranno ordinare dal secondo fornitore in graduatoria. La data di attivazione del massimale del secondo aggiudicatario sarà comunicata anticipatamente con la pubblicazione di una news sul Portale Acquisti in Rete, nella sezione dedicata all’iniziativa.

Nel prezzo sono inclusi i seguenti servizi connessi:

  • sopralluogo e attività connesse
  • consegna e installazione
  • collaudo
  • istruzione del personale
  • garanzia per 12 mesi
  • servizio di assistenza e manutenzione “full risk” per i primi 12 mesi
  • ritiro dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (R.A.E.E.)
Per saperne di più …
  MONDO E-PROC  
Parte dal 1° ottobre il Nodo Smistamento Ordini

Gli enti del SSN potranno procedere alla liquidazione e al pagamento di fatture solo se provviste degli estremi dei documenti che attestano gli acquisti di beni e servizi transitati per il Nodo Smistamento Ordini.

Dal 1° ottobre, come previsto dal Decreto Ministeriale 7 Dicembre 2018, decorrerà l’obbligo per gli enti del Servizio Sanitario Nazionale di effettuare in forma elettronica l'emissione, la trasmissione, la conservazione e l'archiviazione dei documenti attestanti la cosiddetta “ordinazione” degli acquisti di beni e servizi. Dal 1°ottobre, quindi, gli enti del SSN - e i soggetti che effettuano acquisti per loro conto - non possono procedere alla liquidazione e al successivo pagamento di fatture sprovviste degli estremi dei documenti che attestano “l’ordinazione” degli acquisti di beni e servizi transitati per il Nodo Smistamento Ordini.

Il Nodo Smistamento Ordini (NSO) è un sistema informativo, istituito dalla Ragioneria Generale dello Stato, attraverso il quale devono transitare tutti gli ordini oggetto del DM 7 Dicembre 2018. Tutti i riferimenti normativi e la documentazione tecnica sono disponibili nella sezione dedicata a NSO del sito della Ragioneria Generale dello Stato.

Sul Portale Acquisti in Rete, per facilitare l’adempimento al decreto da parte degli Enti del Servizio Sanitario Nazionale e dei loro fornitori, saranno disponibili le funzionalità di generazione dell’ordine per NSO, di generazione della busta di trasmissione, nonché di invio verso il Nodo Smistamento Ordini secondo il “Processo di Ordinazione Semplice”, descritto all’interno delle Regole Tecniche predisposte dalla Ragioneria Generale dello Stato. Le funzionalità saranno utilizzabili per tutti gli ordini diretti di acquisto perfezionati sulla piattaforma di e-procurement. In particolare, da ottobre, le funzionalità di trasmissione a NSO di Acquisti in Rete saranno relative agli ordini diretti di acquisto di Convenzioni, Mercato Elettronico e Accordi quadro. Saranno in seguito estese anche agli strumenti di negoziazione, Richieste di offerta e trattative dirette.

Le Amministrazioni potranno decidere liberamente se impiegare tali funzionalità oppure, a seguito del perfezionamento di un ordine diretto su Acquisti in Rete, impiegare i propri sistemi amministrativo - contabili per la generazione / trasmissione degli ordini verso NSO.

Nel caso di utilizzo delle funzionalità di Acquisti in Rete per trasmettere ordini verso NSO, i fornitori, oltre ad avere gli ordini a disposizione sul sistema di e-procurement, riceveranno l’ordine anche attraverso il canale che lo stesso fornitore indicherà nella procedura di accreditamento di NSO.

Nella sezione dedicata alle Domande frequenti trovi le risposte alle domande più frequenti di Amministrazioni e imprese sul Nodo Smistamento Ordini – NSO.

Per saperne di più …
  CONVENZIONI  
Posta elettronica in Convenzione

La Convenzione per i servizi di Posta Elettronica (PEL) consente alle Amministrazioni di ricevere un servizio di alta qualità a un prezzo molto competitivo.

I servizi messi a disposizione dal fornitore Aruba S.p.A. permettono alle Amministrazioni di avere a disposizione un ventaglio di scelte molto ampio per soddisfare i propri fabbisogni in termini di comunicazioni elettroniche.

La soluzione proposta in Convenzione si articola in tre differenti tipi di caselle, a seconda della capacità:

  • Caselle Basic - 500 MB – canone mensile 0,07€
  • Caselle Standard - 2 GB – canone mensile 0,09€
  • Caselle Advanced - 20 GB – canone mensile 1,17€

Per le caselle Advanced è previsto, inoltre, un servizio di archiving che consente di ampliare lo spazio a disposizione di ciascun utente.

I primi due tipi di caselle, Basic e Standard, rispondono pienamente a tutte le caratteristiche fondamentali di un servizio di posta elettronica: oltre ovviamente all’invio e alla ricezione dei messaggi, consentono l’utilizzo di calendari, la gestione di agende e di rubriche globali dell’Amministrazione, nonché la gestione delle liste di distribuzione. Le caselle di tipo Advanced possiedono, invece, caratteristiche più evolute, come la verifica della disponibilità di un altro utente del dominio, la definizione di ulteriori rubriche, la gestione di agende e cartelle collaborative e condivisibili.

Tutte le caselle rispondono ai requisiti di affidabilità e sicurezza richiesti in fase di gara, soprattutto in termini di protezione con l’utilizzo di sistemi di antivirus, antispamming, antimalware e antiramsomware.

Inoltre, è prevista l’integrazione con i servizi informativi aziendali dell’Amministrazione, nonché la personalizzazione di alcuni aspetti riguardanti la reportistica e l’interfaccia utente. È previsto anche un servizio di supporto specialistico a consumo, per venire incontro alle esigenze delle P.A. con meno skill progettuali, specialmente nella fase di migrazione e configurazione delle caselle.

Infine, un servizio di Customer Care lavorerà a fianco delle Amministrazioni per gestire tutte le problematiche che potranno sorgere durante il contratto.

La Convenzione ha una durata di 24 mesi a partire dal 30 aprile 2019, mentre i singoli contratti attuativi avranno una durata dalla data di adesione di ciascuna Amministrazione, fino al 29 aprile 2023.

Le Amministrazioni possono, quindi, scaricare il piano di fabbisogni - da compilare anche con il supporto del fornitore - e realizzare un ordine preliminare impegnando il fornitore alla definizione successiva di un progetto esecutivo che sarà poi allegato all’ordine diretto, secondo quanto descritto nella Guida alla Convenzione.

Il progetto esecutivo terrà conto anche di tutte le tempistiche della migrazione, garantendo alle Amministrazioni tempi certi per il monitoraggio della fornitura.

Tanto il supporto nella definizione del piano dei fabbisogni quanto il progetto esecutivo sono inclusi nella fornitura.

Per saperne di più …
  MONDO E-PROC  
Nuove informazioni geografiche per gli open data di Acquisti in Rete

I dati open di Acquisti in Rete si arricchiscono di nuove informazioni relative alle coordinate geografiche di Amministrazioni e imprese e al dettaglio della provincia della sede legale della P.A..

Da oggi, sul Portale degli open data di Acquisti in Rete, nei dataset “Amministrazioni” e “Fornitori”, gli indirizzi delle sedi legali saranno corredati delle coordinate geografiche (latitudine e longitudine) consentendo così agilmente, attraverso software automatici o tool di data visualization, la geo-localizzazione delle P.A. e delle imprese con le relative informazioni. Inoltre, nei 10 dataset delle categorie “Negoziazioni” e “Acquisti”, è disponibile una nuova informazione, relativa alla provincia della sede legale della P.A., che rende i dati e gli indicatori fruibili a un maggiore livello di dettaglio.

Gli Open data di Acquisti in rete, dedicati alla valorizzazione e apertura del patrimonio informativo del Programma per la Razionalizzazione degli acquisti della P.A., rappresentano un concreto elemento di trasparenza della gestione amministrativa e hanno l’obiettivo di rendere partecipe l’opinione pubblica dell’impegno del Ministero dell’Economia e delle Finanze e di Consip nella razionalizzazione degli acquisti della P.A..

Ma gli Open data rappresentano anche un’opportunità per creare valore per i diversi utilizzatori: Pubbliche amministrazioni, operatori economici, giornalisti, sviluppatori e cittadini, che possono esprimere una partecipazione più attiva e consapevole. Inoltre, per favorire la collaborazione tra gli utenti, nell’home page del Portale Open data è stata inserita la sezione “Usi i nostri dataset?” per conoscere i riutilizzi dei dati resi disponibili.

Grazie ai dataset disponibili è possibile, ad esempio, conoscere il numero e il valore economico degli ordini di acquisto in Convenzione o sul Mercato Elettronico o il numero e il valore delle basi d’asta degli appalti specifici pubblicati dalle P.A. sul Sistema dinamico di acquisizione. Altri dataset disponibili sono relativi a Bandi e Gare, Amministrazioni, Fornitori, Partecipanti, Cataloghi beni e servizi e Cataloghi / Copertura territoriale e rappresentano uno strumento utile per l’analisi della spesa pubblica.

Tutti i dati sono aggiornati mensilmente e pubblicati con la profondità storica di tre anni.

Per saperne di più …
  SUGGERIMENTI  
La vetrina delle “RDO aperte” pubblicate sul MePA

Le RDO aperte consentono la partecipazione di tutte le imprese, già abilitate o che si abiliteranno entro i termini per la presentazione delle offerte.

Tra le modalità di acquisto che le stazioni appaltanti possono utilizzare sul Mercato Elettronico della P.A., c’è la Richiesta di Offerta (RDO), una negoziazione con tutte le caratteristiche di una gara tradizionale sotto soglia. Ad esempio, il criterio di aggiudicazione può essere prezzo più basso oppure all’offerta economicamente più vantaggiosa; la gara può essere strutturata in uno o più lotti; il prezzo della gara può essere indicato come valore presunto o base d’asta.

Nel caso di RDO ad invito, il Legale rappresentante dell’operatore economico invitato a partecipare riceve un messaggio nel proprio Cruscotto del Portale Acquisti in Rete, all’interno dell’area dei messaggi provenienti dalle P.A..

Nel caso di RDO aperte, l’operatore economico non riceverà, invece, nessun invito specifico, ma potrà partecipare a tutte le gare pubblicate nella vetrina delle “RDO aperte” a condizione di essere in possesso dei requisiti richiesti.

Per partecipare a una RDO l’operatore economico deve, infatti, essere necessariamente abilitato alla categoria di abilitazione della RDO. Se non è ancora abilitato, può abilitarsi alla categoria della RDO e presentare offerta entro la data di scadenza prevista per la presentazione delle offerte o, in alternativa, partecipare alla RDO in raggruppamento con uno o più operatori economici abilitati.

Ma dove è visibile l’elenco delle RDO aperte? La vetrina delle RDO aperte è pubblicata nella sezione Bandi > RDO aperte del Portale Acquisti in Rete. All’interno della pagina è possibile visualizzare tutte le RDO aperte pubblicate sul MePA dalle stazioni appaltanti.

Cliccando sulla descrizione, si visualizza il dettaglio dei lotti, la documentazione di gara, la documentazione richiesta ai partecipanti e le date dell’iniziativa:

  • data e ora inizio presentazione offerte
  • data e ora termine ultimo richiesta di chiarimenti
  • data e ora termine ultimo ricezione offerte
  • data limite stipula contratto
  • data limite consegna beni / decorrenza servizi

È bene sapere che tutte le RDO aperte pubblicate il giorno “x” sono visibili nella vetrina delle RDO aperte il giorno successivo, “x+1”.

Per saperne di più …
Gli eventi di agosto

Gli eventi di formazione riprenderanno nel mese di settembre.

Questo mese è successo