Alcune categorie dei bandi del MePA sono state modificate, ampliando l’offerta di beni e servizi che le imprese potranno mettere a disposizione per gli acquisti delle P.A.. Novità anche per i lavori di manutenzione delle infrastrutture CED.


Bando Servizi

Nell’ambito del Bando del Mercato Elettronico Servizi, è stata ampliata la gamma dell’offerta a catalogo di tre categorie. Per la categoria “Servizi di supporto specialistico”, nel capitolato tecnico è stata inserita la nuova sottocategoria merceologica “Supporto specialistico GDPR (General Data Protection Regulation) e DPO (Data Protection Officer)”.

Per le categorie “Servizi di trasporto e noleggio” e “Servizi di interazione telematica con utenza”, è stato modificato, nella nuova versione della documentazione, il nome delle categorie ed è stato aggiornato l’elenco del CPV negoziabili.

Stessa cosa per la categoria di abilitazione “Servizi organizzazione e gestione integrata eventi”, rinominata in “Servizi organizzazione eventi” e che prevede ora nuovi CPV negoziabili per i servizi artistici, come servizi prestati da autori, compositori, scultori, attori, servizi di intrattenimento, animazione bambini, etc..

È stata rinominata anche la categoria “Servizi di pulizia immobili e disinfestazione” che diventa “Servizi di pulizia degli immobili, disinfestazione e sanificazione impianti”, estendendo i servizi anche all’ambito sanitario e inserendo il servizio “sanificazione impianti aeraulici”.

Per saperne di più …
Bando Beni

Per quanto riguarda il bando Beni, una delle novità riguarda la categoria “Macchinari, soluzioni abitative e strutture logistiche” per la quale è stata inserita, nel capitolato tecnico, la nuova sottocategoria merceologica “Macchine per l'industria mineraria, lo scavo di cave, attrezzature da costruzione” con la relativa scheda tecnica.

Un altro ampliamento merceologico interessa la categoria “Cancelleria, carta, consumabili da stampa e prodotti per il restauro” in cui sono state inserite le seguenti schede tecniche per i prodotti di restauro:

  • Colori, vernici e pigmenti per restauro
  • Tele
  • Materiale vario per restauro
  • Carta per restauro
  • Prodotti di legatoria per restauro
  • Doratura per restauro
  • Materiale per doratura
  • Calchi e riproduzioni
  • Accessori e utensili per restauro

Tutti i nuovi prodotti inseriti nel bando Beni saranno acquistabili dalle Amministrazioni sia attraverso ordini diretti, sia tramite richieste di offerta o trattative dirette.

Per saperne di più …
Bandi Lavori di manutenzione impianti e Lavori di manutenzione opere specializzate

Sono state pubblicate le “Linee Guida per la stesura di RDO inerenti Lavori di Manutenzione sulle Infrastrutture CED della Pubblica Amministrazione e servizi di manutenzione connessi aderenti allo standard TIA-942” nell’ambito dei Capitolati d’oneri per l’abilitazione di esecutori di “Lavori di manutenzione impianti” e “Lavori di manutenzione opere specializzate” del Mercato Elettronico della P.A. e, quindi, per appalti con importi al di sotto della soglia comunitaria.

In particolare, le Linee Guida pubblicate descrivono gli aspetti tecnici e normativi inerenti alla fornitura di lavori di manutenzione per le Infrastrutture CED, e cioè l’adeguamento di un locale già adibito a CED in termini di trasformazione / ampliamento di impianti preesistenti.

All’interno del documento, sono definite le caratteristiche tecniche e prestazionali che dovranno rispettare i lavori di manutenzione, intesi come attività di manutenzione straordinaria e adeguamento degli elementi infrastrutturali presenti nel CED, e i relativi servizi connessi, servizi di manutenzione ordinaria degli elementi infrastrutturali interessati dai lavori di manutenzione, al fine di adeguare le Infrastrutture CED della Pubblica Amministrazione in base allo Standard TIA-942 “Telecommunications Infrastructure Standards for Data Centers”.

Lo Standard TIA-942, elaborato dalla Telecommunications Industry Association, è, infatti, il modello individuato dall’Agenzia per l’Italia Digitale quale standard di riferimento in termini di affidabilità e sicurezza dei CED (“Linee Guida per la razionalizzazione dell’infrastruttura digitale della Pubblica Amministrazione” elaborate dall’Agenzia per l’Italia Digitale).

Per “Infrastrutture CED” s’intendono tutti i sistemi tecnologici previsti dallo Standard TIA-942 e, quindi, i sistemi architetturali / strutturali (allarme intrusione, controllo accessi, pavimenti flottanti / controsoffitti), l’impianto elettrico (sistema di distribuzione energia, UPS, generatori), l’impianto HVAC (“Heating, Ventilation and Air Conditioning” ovvero climatizzazione) e i sistemi antincendio (rilevazione incendi, spegnimento incendi, antiallagamento).

Le Linee Guida possono, quindi, essere utilizzate come ausilio dalle Pubbliche Amministrazioni per la predisposizione di progetti esecutivi che rispettino tale standard.

  CONVENZIONI  
Nuovi lotti attivi per Pc desktop 16

Oltre al lotto delle workstation grafiche già attivato a maggio, sono attivi anche i lotti 2 e 4 dell’iniziativa.

Ai primi di giugno sono stati attivati i lotti della Convenzione relativi ai pc desktop ultra compatti e a quelli multimediali, rispettivamente il modello Lenovo Thinkcentre M910q e il modello Lenovo Thinkcentre M910s. Entrambe le macchine hanno il processore Intel core i3 di settima generazione. Il pc compatto ha un volume di circa 1 litro; il pc multimediale ha un hard disk da 1 TB.

Nel prezzo della fornitura sono inclusi:

  • Consegna
  • Installazione, configurazione e avvio operativo dei sistemi (per ordini di almeno 10 unità)
  • Assistenza e manutenzione per 36 mesi (o 60 mesi con l’estensione della garanzia di ulteriori 24 mesi)
  • Servizio di Call Center
  • Parti di ricambio
  • Ritiro per smaltimento dei pc dismessi per una quantità pari al numero di apparecchiature ordinate

Come componenti opzionali rispetto ai personal computer, le Amministrazioni possono richiedere: RAM aggiuntiva, monitor, lettore smart card, nonché l'estensione del servizio di manutenzione, per un ulteriore periodo di 24 mesi a partire dalla scadenza dei 36 mesi di durata del servizio di manutenzione base.

Per saperne di più …
  CONVENZIONI  
In arrivo i farmaci antineoplastici e immunomodulatori

È stata aggiudicata, e sarà attiva a breve, la gara per la fornitura di farmaci antineoplastici e immunomodulatori, prima categoria in termini di spesa per le strutture del Servizio sanitario nazionale.

Il 13 giugno è stata aggiudicata definitivamente la Convenzione per la fornitura di farmaci antineoplastici e immunomodulatori per le P.A. L’iniziativa è incentrata sulla fornitura di farmaci appartenenti all’area terapeutica “Antineoplastici e Immunomodulatori”, la prima categoria in termini di spesa per le strutture del SSN, nell’ambito della quale sono stati individuati i principi attivi privi di copertura brevettuale e a maggiore diffusione.

I Farmaci fanno parte delle 19 categorie merceologiche previste dal DPCM del 24 dicembre 2015 e la Convenzione, sebbene alla prima edizione, riguarda una categoria merceologica già affrontata attraverso due strumenti di acquisto: il Sistema dinamico di acquisizione e il Mercato Elettronico.

La struttura dei lotti individuata (principio attivo – forma farmaceutica – numero minimo di dosaggi) è stata definita per massimizzare la partecipazione del mercato e consentire un’effettiva razionalizzazione dei fabbisogni. Diversamente, le procedure in essere sui sistemi dinamici di acquisizione - sia regionali, sia nazionale - prevedono, nella maggior parte dei casi, diversi lotti per ciascun principio attivo, articolati per singolo dosaggio, alcuni dei quali presentano caratteristiche che possono essere soddisfatte da un unico fornitore.

La procedura è stata aggiudicata in base al criterio del minor prezzo.

I lotti dell’iniziativa aggiudicati, ciascuno corrispondente a un principio attivo, sono i seguenti:

  • Lotto 1 – Bendamustina - Mundipharma Pharmaceuticals Srl
  • Lotto 2 – Bicalutamide - Accord Healthcare Italia Srl
  • Lotto 3 - Capecitabina - Accord Healthcare Italia Srl
  • Lotto 4 - Carboplatino - Accord Healthcare Italia Srl
  • Lotto 5 - Cisplatino - Accord Healthcare Italia Srl
  • Lotto 6 – Citarabina - Hikma Italia SpA
  • Lotto 7 - Docetaxel - Hikma Italia SpA
  • Lotto 8 - Doxorubicina Cloridrato - Accord Healthcare Italia Srl
  • Lotto 9 - Epirubicina Cloridrato - Accord Healthcare Italia Srl
  • Lotto 11 - Fludarabina fosfato - Accord Healthcare Italia Srl
  • Lotto 12 - Fluorouracile - Accord Healthcare Italia Srl
  • Lotto 15 - Imatinib Mesilato - Accord Healthcare Italia Srl
  • Lotto 19 - Micofenolato mofetile - Accord Healthcare Italia Srl
  • Lotto 23 - Temozolomide - Accord Healthcare Italia Srl
  • Lotto 26 - Vinorelbina Bitartrato - Pierre Fabre Pharma Srl

La procedura prevede un valore massimo di fornitura – e cioè il quantitativo massimo di farmaci acquistabili - pari a circa 80,85 milioni di euro, per una durata contrattuale di 18 mesi prorogabile per ulteriori 6 mesi, mentre i contratti attuativi avranno una durata di 24 mesi.

Gli sconti, offerti dai fornitori risultati primi in graduatoria, sono, in alcuni casi, del 90% e il risparmio medio stimato rispetto ai prezzi oggi praticati alle strutture sanitarie pubbliche, per i soli lotti oggetto di aggiudicazione, è del 40%, pari in valore a oltre 30 milioni di euro.

Per saperne di più …
  CONVENZIONI  
Aggiudicata la gara per l’acquisto di autobus

Sono stati aggiudicati 8 dei 9 lotti della gara Acquisto autobus 3. L’attivazione è prevista entro il mese di luglio.

La gara per la fornitura in acquisto di autobus prevede mezzi con caratteristiche diverse - per dimensione, alimentazione, pianale, etc. - ed è organizzata in 9 lotti merceologici, tutti aggiudicati alla fine di giugno, ad eccezione del lotto 1 per il quale non sono state presentate offerte. I lotti aggiudicati saranno attivati entro luglio.

Ecco l’elenco dei lotti con i relativi aggiudicatari:

  • Lotto 2 - Autobus Urbani Normali Diesel - Industria Italiana Autobus S.p.A.
  • Lotto 3 - Autobus Urbani Lunghi Diesel - Industria Italiana Autobus S.p.A.
  • Lotto 4 - Autobus Urbani Lunghi CNG - Industria Italiana Autobus S.p.A.
  • Lotto 5 - Autobus Urbani Snodati Diesel - R.T.I. Irisbus Italia S.p.A. – Iveco S.p.A.
  • Lotto 6 - Autobus Urbani Lunghi Ibrido - R.T.I. Irisbus Italia S.p.A. – Iveco S.p.A.
  • Lotto 7 - Autobus Extraurbani Normali Diesel - R.T.I. Irisbus Italia S.p.A. – Iveco S.p.A.
  • Lotto 8 - Autobus Extraurbani Lunghi Diesel - R.T.I. Irisbus Italia S.p.A. – Iveco S.p.A.
  • Lotto 9 - Autobus Extraurbani Lunghi Diesel Low Entry - R.T.I. Irisbus Italia S.p.A. – Iveco S.p.A.
Per saperne di più …
  ACCORDI QUADRO  
Servizi applicativi con la formula dell’Accordo quadro

Dallo sviluppo alla manutenzione evolutiva, dalla gestione dei siti web al supporto specialistico: ecco tutti i servizi disponibili con l’Accordo quadro Servizi applicativi.

Il 15 giugno è stato attivato il lotto 3 dell’Accordo quadro Servizi Applicativi che consente alle Amministrazioni del sud e delle isole - Puglia, Campania, Calabria, Abruzzo, Basilicata, Molise, Sicilia, Sardegna - di effettuare appalti specifici per un’ampia serie di servizi.

Anche le Amministrazioni del lotto 2 - Lombardia, Veneto, Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia – già attivato in precedenza, possono accedere all’Accordo quadro, pubblicando appalti specifici per la stessa tipologia di servizi. Eccoli di seguito:

  • Servizi base / realizzativi
    • sviluppo, manutenzione evolutiva, adeguativa e migliorativa di software ad hoc: il servizio si riferisce alla realizzazione, all’evoluzione, all’adeguamento, alla modifica di un prodotto / sistema / applicazione software ad hoc
    • personalizzazione e parametrizzazione: il servizio consiste principalmente nella personalizzazione e parametrizzazione di software commerciale, open source e in attività volte al riuso, adeguamento, customizzazione e integrazione di software già disponibile
  • Servizi complementari
    • gestione applicativi / gestione contenuti siti web: il servizio comprende l’insieme di attività per la gestione delle applicazioni e delle loro relative basi dati nonché per la gestione dei contenuti dei siti
    • servizio di manutenzione correttiva: il servizio è preposto alla rimozione delle cause e degli effetti dei malfunzionamenti delle procedure e dei programmi in esercizio e in genere di tutti i componenti del sistema non in garanzia
    • servizio di supporto specialistico: il servizio comprende un insieme integrato di attività di ausilio ai servizi sia realizzativi sia complementari al fine di rendere sinergiche ed esaustive tutte le componenti della fornitura (supporto consulenziale specifico sia tematico sia tecnologico, etc.)
  • Servizi accessori: sono attività collegate ai servizi realizzativi e/o ai servizi complementari, funzionali al completamento delle esigenze dell’Amministrazione (es. formazione, assistenza, etc.)

Le Amministrazioni possono utilizzare l’Accordo quadro pubblicando un appalto specifico sulla piattaforma di e-procurement Acquisti in Rete, secondo le modalità operative riportate nella “Guida alla predisposizione di un Appalto specifico sulla Piattaforma Telematica” pubblicata nella scheda riassuntiva dell’iniziativa.

L’utilizzo degli Appalti specifici consente di velocizzare la procedura di acquisto per i servizi applicativi. È necessario predisporre la documentazione per consentire agli aggiudicatari dell’Accordo quadro di formulare la propria migliore offerta tecnica ed economica secondo i vincoli derivanti dall’Accordo quadro e da quanto specificato dall’Amministrazione sui servizi aggiuntivi previsti e già definiti nel capitolato tecnico dell’AQ. Ogni appalto specifico deve specificare, tra l’altro:

  • i servizi da affidare secondo i limiti e le condizioni definite
  • l’importo a base d’asta
  • la durata dell’appalto

Prima di procedere con la predisposizione dell’Appalto specifico, l’Amministrazione deve inviare una richiesta via mail alla casella di posta elettronica aqapplicativo@acquistinretepa.it, indicando l’utenza del Punto ordinante, e di eventuali Punti istruttori, con cui s’intende operare a sistema. A seguito di tale comunicazione, saranno forniti gli standard necessari alla compilazione della documentazione.

Per saperne di più …
  ACCORDI QUADRO  
È aggiudicato l’Accordo quadro per i farmaci biologici

Più aggiudicatari per i lotti del nuovo Accordo quadro sui farmaci biologici in attivazione a luglio. Una garanzia per un'offerta ampia e flessibile e coprire così la maggior parte delle esigenze dei pazienti.

È stata aggiudicata la gara per la conclusione dell’Accordo quadro per la fornitura di farmaci biologici alle strutture sanitarie pubbliche, che sarà attivato entro il mese di luglio.

L’iniziativa – suddivisa in sette lotti in base al principio attivo e con un valore a base d’asta complessivo di 460 milioni di euro, stimato in base ai fabbisogni previsti delle Amministrazioni – renderà disponibile a medici e pazienti i più diffusi principi attivi in commercio in questo particolare settore farmaceutico, per il quale ogni anno la spesa nazionale ammonta a circa 800 milioni di euro. In tal modo, sarà garantita la massima disponibilità di terapie per le quali l’EMA (European Medicines Agency) ha autorizzato l’immissione di almeno un farmaco “biosimilare” (e cioè sviluppato a partire dal farmaco biologico di riferimento e con esso intercambiabile in termini terapeutici).

L’ampia gamma di prodotti, unita all’aggiudicazione a tutti i concorrenti partecipanti, consentirà al medico di scegliere il farmaco più idoneo alle esigenze cliniche del paziente - scelta clinica motivata - anche nell’ottica della continuità terapeutica.

L’Accordo quadro - sulla base del quale le Amministrazioni potranno indire appalti specifici per 12 mesi a partire dalla data di attivazione – è a condizioni tutte fissate con più aggiudicatari, proprio per garantire un'offerta ampia e flessibile e coprire così la maggior parte delle esigenze dei pazienti.

L’iniziativa consente, infine, alle Pubbliche Amministrazioni di ottemperare alla Legge di Stabilità 2017, che disciplina le modalità di acquisto di tali tipologie di farmaci.

Gli sconti offerti dai fornitori risultati primi in graduatoria variano dal 14% al 48% e il risparmio medio stimato, rispetto ai prezzi oggi praticati alle strutture sanitarie pubbliche, è del 18%, pari in valore a oltre 140 milioni di euro.

L’aggiudicazione ha riguardato sei lotti su sette, in quanto per il lotto 5 (Insulina glargine) non sono state presentate offerte. Di seguito gli aggiudicatari per i diversi lotti:

  • Lotto 1 – Filgrastim – Pfizer Italia S.r.l. e Sandoz S.p.A.
  • Lotto 2 – Infliximab - Biogen Italia S.r.l., Mundipharma Pharmaceuticals S.r.l. e Pfizer Italia S.r.l.
  • Lotto 3 - Follitropina Alfa - Teva Italia S.r.l. e Gedeon Richter Italia S.r.l.
  • Lotto 4 – Etanercept - Sandoz S.p.A. e Biogen Italia S.r.l.
  • Lotto 6 – Rituximab - Mundipharma Pharmaceuticals S.r.l. e Sandoz S.p.A.
  • Lotto 7 – Epoetina - Pfizer Italia S.r.l. e Sandoz S.p.A.
Per saperne di più …
  SISTEMA DINAMICO  
Il sistema dinamico Arredi apre le porte all’ufficio

È stata pubblicata, nell’ambito del bando istitutivo del Sistema dinamico Arredi, una nuova categoria per la fornitura di arredi per ufficio che sarà attivata entro il mese di luglio.

Dopo gli arredi scolastici, gli arredi per università e collettività e gli arredi sanitari, anche gli arredi per ufficio entrano a far parte delle merceologie messe a disposizione delle Pubbliche Amministrazioni attraverso il Sistema dinamico di acquisizione. È, infatti, stato ripubblicato il bando del Sistema dinamico Arredi, costituito da quattro categorie merceologiche – Arredi per ufficio, Arredi scolastici, Arredi per università e collettività, Arredi sanitari - con un valore presunto di 315 milioni di euro per un periodo di quattro anni.

Il bando prevede, per la nuova categoria “Arredi per ufficio”, la costituzione di un elenco di operatori economici che saranno di volta in volta invitati dalle Pubbliche Amministrazioni a partecipare agli appalti specifici. Tali appalti specifici dovranno avere un valore economico superiore alla soglia comunitaria e saranno poi aggiudicati secondo il criterio scelto dalla stessa Amministrazione: offerta economicamente più vantaggiosa o prezzo più basso.

Al momento, è possibile pubblicare appalti specifici per la fornitura di arredi scolastici, arredi sanitari e arredi per università e collettività consentendo così l’allestimento di aule scolastiche classiche e multimediali, aule universitarie, auditorium e arredi per spazi comuni e biblioteche, presidi ospedalieri e ambulatori, etc..

Dal mese di luglio saranno, invece, attivate anche le nuove schede tecniche di arredi per ufficio, come mobili contenitori, scrivanie, cassettiere, sedie per ufficio, tavoli riunione. Per saperne di più …

  MONDO E-PROC  
L’obiettivo europeo per un procurement innovativo

Procure2Innovate è un progetto europeo che ha l’obiettivo di creare una rete dei centri di competenza per l’innovazione. L’Italia è rappresentata da Consip, che costituirà il Centro di Competenza italiano sul Procurement innovativo.

È stato avviato, già dal mese di marzo, il progetto europeo Procure2Innovate, con l’obiettivo di creare una solida e duratura rete dei centri di competenza per l’innovazione in dieci paesi europei: Germania, Austria, Svezia, Spagna, Olanda, Estonia, Portogallo, Irlanda, Grecia e Italia.

L’Italia è rappresentata da Consip, che costituirà il Centro di Competenza italiano sul Procurement innovativo, con la collaborazione di tutti gli stakeholders nazionali e internazionali di riferimento. In tale ambito, si è tenuto a giugno, a Cork, il secondo project meeting che ha visto fervere numerose attività per la realizzazione del progetto. Un ulteriore passo in avanti è rappresentato dalle nuove linee guida sull’Innovation Procurement della Commissione Europea, strumento indispensabile per le Amministrazioni che intendono selezionare prodotti e servizi innovativi.

Per saperne di più …
Questo mese è successo