Soggetti Aggregatori

Ti trovi in DM Fondo per l’aggregazione degli acquisiti di beni e servizi di cui all’art. 9, comma 9, del DL 66/2014
collegamento al menù di testata
collegamento all"area di login
collegamento al menù principale collegamento al contenuto

DM Fondo per l’aggregazione degli acquisiti di beni e servizi di cui all’art. 9, comma 9, del DL 66/2014

Il Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e di servizi, istituito dall’art. 9, comma 9, del D.L. 66/2014, è destinato al finanziamento delle attività svolte dai soggetti aggregatori al fine di garantire la realizzazione degli interventi di razionalizzazione della spesa. Il Fondo prevede una dotazione di 10 milioni di euro per l’anno 2015 e di 20 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2016.

Con il decreto del Ministero dell'economia e delle finanze 20 dicembre 2016 (DM Fondo 2016) convertito, con modificazioni, con legge 23 giugno 2014, n. 89, pubblicato su Gazzetta Ufficiale, serie generale n. 6 del 9 gennaio 2017, sono stabiliti i criteri di ripartizione delle risorse del Fondo per l’anno 2016 e le relative modalità di accesso.

Ai sensi dell’art. 2, comma 1 del suddetto DM del 20 dicembre 2016 ogni Soggetto Aggregatore, per accedere al Fondo in oggetto, è tenuto ad inviare, entro 30 giorni dall’entrata in vigore del decreto stesso, all’indirizzo di posta certificata soggettiaggregatori@pec.mef.gov.it, specificando nell’oggetto “Fondo 2016”, il modulo di richiesta, riportato tra gli allegati, appositamente compilato e firmato digitalmente comprensivo, per l’accesso alle quote di cui alle lettere a) e b), dell’allegato 1 in formato excel o OpenOffice.

Si precisa che l’accesso alle quote di cui al comma 2, lettere a), b), c) dell’art. 1 del suddetto decreto è da intendersi alternativo.

Per eventuali chiarimenti riguardo la compilazione del file ed ulteriori informazioni rivolgersi al seguente indirizzo mail: tavolosoggettiaggregatori@tesoro.it.


Allegati